Autunno in Barbagia rappresenta una vera e propria promozione di tradizioni materiali e immateriali della Sardegna. Tutto inizia nel 1996, quando, il Comune di Oliena, organizza una manifestazione dal nome “Cortes apertas”; le case storiche del paese aprono i loro cortili con percorsi enogastronomici e artistici. La manifestazione riscuote un buon successo e, nel 1997, viene creato il progetto “Cuore della Sardegna”, tra le cui attività è presente anche “cortes apertas”. Ogni edizione raccoglie, tutti gli anni, una trentina di paesi, pronti a presentarvi le tradizioni millenarie dell’isola. Potrete assaggiare i prodotti tipici locali quali formaggi, salumi, dolci e assaporare i vini e i liquori più pregiati. Sarà, inoltre, possibile ammirare gli artigiani intenti nel loro lavoro e indossare parti del costume tradizionale di un paese. Nelle case antiche, aperte per l’occasione e, nei diversi musei, potrete conoscere più da vicino la storia e la cultura del territorio.
Nobiscum ti accompagnerà alla scoperta di alcune delle tappe più importanti di questa manifestazione!

Orgosolo-Autunno-in-Barbagia autunno in barbagia 2016 Autunno in Barbagia 2016 Orgosolo Autunno in Barbagia 1

Orgosolo caratterizzato da strette stradine e case in pietra arricchite dai bellissimi murales, uno dei centri della Barbagia in cui si tramanda l’arcaico canto a Tenore, proclamato dall’UNESCO Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità.

Mamoiada-Autunno-in-Barbagia autunno in barbagia 2016 Autunno in Barbagia 2016 Mamoiada Autunno in Barbagia 1

MAMOIADA - 6 NOVEMBRE 2016

Mamoiada nel cuore della Barbagia, a pochi chilometri dai monti del Gennargentu e dal Supramonte di Orgosolo, paese dei Mamuthones e Issohadores ci accoglierà negli antichi cortili privati e ci coinvolgerà in una serie di iniziative enogastronomiche e culturali.

Fonni-Autunno-in-Barbagia autunno in barbagia 2016 Autunno in Barbagia 2016 Fonni Autunno in Barbagia 2

FONNI - 8 DICEMBRE 2016

Fonni, sulle pendici verdeggianti del Gennargentu, situato nel cuore del territorio popolato dalle antiche civiltà della Barbagia, con le sue caratteristiche case di montagna, di cui un esempio ci è dato dall’edificio ottocentesco che ospita il Museo della cultura pastorale di Fonni

Lascia un commento